Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

Skiroll: ben 13 nazioni in gara alla Coppa del Mondo di Trento

PegasoMedia

Elda Verones - Alessio Berlanda - Emanuele Becchis - Emanuele Sbabo Elda Verones - Alessio Berlanda - Emanuele Becchis - Emanuele Sbabo

Tre giorni di gare con i più forti specialisti provenienti da ben 13 nazioni ed in palio la vittoria finale del massimo circuito. E’ questo il menù della tappa conclusiva della Coppa del Mondo di skiroll in programma nel prossimo fine settimana a Trento centro e sulle verticalità del Monte Bondone, dal versante di Candriai e da quello di Lagolo.

Dopo il successo organizzativo di dodici mesi fa la Federazione Internazionale dello sci ha dunque deciso di assegnare nuovamente all’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e allo sci club di riferimento ASD Charly Gaul Internazionale dirette da Elda Verones l’unica sfida italiana della Coppa del Mondo della specialità degli sci con le rotelle.

Un appuntamento che si annuncia decisamente interessante per la posta in palio e per la spettacolarità dell’evento e in particolar modo riguardo alle gare sprint che si disputeranno venerdì pomeriggio a Trento nel tratto che da Corso III Novembre porta in via Santa Croce, lungo 165 metri e dove gli atleti italiani partiranno con i favori del pronostico. Il tre volte campione del mondo Alessio Berlanda (trentino di Villazzano) e l’iridato uscente Emanuele Becchis (piemontese di Boves) hanno tutte le carte in regola per giocarsi il gradino più alto del podio, tenendo conto sempre degli avversari che si annunciano particolarmente agguerriti. Saranno in gara i leader e i rivali delle classifiche provvisorie, ovvero i due svedesi Robin Norum (780 punti) ed Erik Silfver (476), con Becchis terzo provvisorio. Nella graduatoria femminile è al comando la svedese Sandra Olsson con 732 punti con la russa Ksenia Konohova seconda a 566 e la trevisana di Orsago Lisa Bolzan a quota 514, mentre fra gli junior Francesco Becchis è terzo alle spalle dello svedese Marcus Fredriksson e dell’altro scandinavo Alfred Buskqvist. Nella junior femminile comanda Emma Larsson, davanti alle due russe Olga Plotnikova ed Elizaveta Burtseva.

Tra i nomi di spicco saranno in gara anche il vincitore della tappa trentina di dodici mesi fa Paul Costantine Pepene e il forte russo Eugeniy Dementiev, vincitore di ben due medaglie olimpiche nello sci di fondo, mentre è probabile la presenza anche di qualche atleta della nazionale italiana di sci di fondo, in ritiro la prossima settimana in Val di Ledro, sempre in Trentino. Le nazioni presenti a Trento dal 9 all’11 settembre saranno Italia, Andorra, Francia, Grecia, Lettonia, Norvegia, Romania, Russia, Ucraina, Bielorussia, Germania, Francia e Svezia.

Il programma prevede il training a partire dalle 15.15 di venerdì 9 settembre , quindi alle 16 le qualificazioni individuali della sprint e alle 17.15 le finali. Il giorno successivo sul Bondone (ore 10) andrà in scena la prova individuale in salita a tecnica classica da Candriai a Vason per i senior (8,5 km), quindi da Vaneze a Vason per le due categorie junior e per l’assoluta femminile (4,7 km). Domenica invece gli atleti affronteranno la mass start con il via alle ore 10 previsto nei pressi del Lago di Lagolo ed arrivo a Vason, anche in questo caso con due partenze differenziate in base alle categorie. L’assoluta maschile si sfiderà sulla distanza dei 10,8 km a skating, mentre la senior femminile e gli junior sui 6,9 km, con start più a monte.
In entrambe le gare del sabato e domenica la strada provinciale di interesse verrà chiusa dalle 9.30 a fine competizione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*