Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

Skiroll: Pellegrino di bronzo nella mass start dei mondiali in Val di Fiemme

Newspower

Robin Norum - Eugeniy Dementiev - Federico Pellegrino Robin Norum - Eugeniy Dementiev - Federico Pellegrino

Ultima giornata dei Campionati del Mondo di Skiroll in Trentino con la prova Long Distance. Ori per Dementiev (RUS) e Sundin (SWE) fra i senior e Nischakov e Kondratenko (RUS) fra gli Junior. Italia a podio con gli argenti di Debertolis e Defrancesco e i bronzi di Pellegrino e De Martin.

Ennesimo successo organizzativo per la Val di Fiemme che ora punta al 10° Tour de Ski.

Il sipario sui Campionati del Mondo di Skiroll –Fis Rollerski World ChampionshipS 2015 si è chiuso nel segno della Russia, che oggi in Val di Fiemme ha conquistato ben tre medaglie d’oro nella prova Long Distance Mass Start in tecnica libera. Sulle strade del Trentino il campione olimpico Eugeniy Dementiev (RUS) ha trionfato in solitaria nella prova senior maschile di 25 km con partenza da Molina di Fiemme e arrivo in salita a Bellamonte. La medaglia d’argento è andata a Robin Norum (SWE) distanziato di circa 7’’, mentre l’Italia ha conquistato un bronzo grazie a Federico Pellegrino giunto terzo a 13’’ dal vincitore.

Donne e Junior, invece, partivano da Cavalese e gareggiavano sulla distanza di 19 km. Fra le senior ladies successo per Marika Sundin (SWE) davanti alle fondiste azzurre Ilaria Debertolis e Virginia De Martin Topranin. Anche fra gli Junior i russi hanno fatto incetta di medaglie. In campo maschile tripletta con Andrey Nischakov oro, su Andrey Ustyukhov ed Evgeniy Kudryavtsev. Maria Kondratenko, invece, ha vinto la gara delle ladies davanti all’italiana Ilenia Defrancesco e alla connazionale Tatiana Chvanova.

Il medagliere dei Campionati del Mondo di Skiroll ha visto prevalere la Russia che ha conquistato complessivamente 6 ori, 4 argenti e 6 bronzi, l’Italia si è portata a casa 4 ori, 6 argenti e 3 bronzi e la Svezia 4 ori, 5 argenti e 5 bronzi.

Oggi sul percorso delle gare iridate è andata in scena anche una granfondo promozionale di skiroll cui hanno partecipato in centinaia fra agonisti e amatori, divertendosi sulle strade della Val di Fiemme. Le vittorie, tanto per cambiare, sono state appannaggio della Russia grazie ad un altro olimpionico, Nikita Kriukov, e a Svetlana Hvostunkova in campo femminile.

Le prove iridate della Val di Fiemme erano anche valide per assegnare gli ultimi punti della Coppa del Mondo di skiroll 2015 che è stata vinta da Robin Norum e Linn Soemskar (SWE) fra i Senior, con Markus Fredriksson (SWE) e Olga Letucheva (RUS) primi nella categoria Junior.

Le immagini dell’evento andranno in onda nel pomeriggio di mercoledì 30 settembre su Rai Sport 1, ma saranno trasmesse anche dai broadcaster internazionali Eurosport, NRK (Norvegia) e SVT (Svezia).

I Campionati del Mondo di Skiroll 2015 vanno quindi in archivio come l’ennesimo successo organizzativo del comitato Nordic Ski Fiemme e delle centinaia di volontari impegnati durante le quattro giornate di gare. L’appuntamento, ora, è fissato per il 9 e 10 gennaio 2016 quando il FIS Tour de Ski celebrerà in Val di Fiemme l’epilogo dell’edizione del decennale fra Lago di Tesero e la Final Climb dell’Alpe Cermis.
Info: www.fiemmeworldcup.com

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Il video
Le classifiche:
Seniores maschili
Seniores femminili
Juniores maschili
Juniores femminili
Classifica gara promozionale

Long Distance – Senior Men

1 Dementiev Eugeniy Rus 48:19.00; 2 Norum Robin Swe 48:26.58; 3 Pellegrino Federico Ita 48:32.00; 4 Pepene Paul Constantin Rou 48:41.24; 5 Bonaldi Sergio Ita 48:46.13; 6 Clara Roland Ita 48:50.52; 7 Paredi Simone Ita 48:56.08; 8 Hogiu Petrica Rou 49:02.50; 9 Ploskonosov Dmitriy Rus 49:32.25; 10 Mailler Clement Fra 49:41.35

Long Distance – Senior Ladies

1 Sundin Marika Swe 47:42.96; 2 Debertolis Ilaria Ita 48:16.47; 3 De Martin Topranin Virginia Ita 48:21.80; 4 Mikhailova Olga Rus 48:36.91; 5 Nikolaeva Svetlana Rus 48:42.45; 6 Prochazkova Alena Svk 49:08.34; 7 Antsybor Maryna Ukr 49:23.46; 8 Soemskar Linn Swe 49:53.20; 9 Nesterenko Lada Ukr 49:59.37; 10 Serdyuk Kateryna Ukr 50:12.51

Long Distance – Junior Men

1 Nischakov Andrey Rus 44:51.87; 2 Ustyukhov Andrey Rus 44:53.65; 3 Kudryavtsev Evgeniy Rus 44:56.18; 4 Fredriksson Marcus Swe 45:15.69; 5 Koristek Jan Svk 45:18.27; 6 Cioanca Alin Florin Rou 45:25.17; 7 Buskqvist Alfred Swe 45:27.15; 8 Bikse Indulis Lat 45:27.45; 9 Popa Raul Mihai Rou 45:35.37; 10 Carlet Alessandro Ita 45:36.00

Le interviste:

SENIOR LADIES
1) Marika Sundin: “Gara incredibile, molto dura, ho visto Linn (Sömskar ndr) molto stanca, le quattro gare consecutive l’hanno affaticata parecchio. Sono molto soddisfatta di questo risultato e di questi Campionati del Mondo”.

2) Ilaria Debertolis: “Sono molto contenta, di solito nelle gare di skiroll non riesco ad esprimermi come con gli sci. Quella di oggi era una gara atipica rispetto a quelle ‘classiche’ di skiroll perché c’era tanta pianura prima della salita finale. Fino a Predazzo siamo venute su molto piano e poi in salita ho lasciato andare la svedese perché non pensavo di essere in forma, alla fine è rimasta sempre lì a 20 secondi, è andata bene, così adesso spero di continuare a prepararmi bene in vista dell’inverno”.

3) Virginia De Martin Topranin: “Abbiamo onorato la Val di Fiemme che ci ospita tante volte per gli allenamenti, per i Mondiali e le gare, e il fondo italiano. Fino a Predazzo non è stata dura, siamo state in scia, abbiamo fatto questa gara principalmente per allenamento, salita impegnativa, la svedese ci è scappata ma non eravamo al massimo della forma, temevo che “tirando” sarei poi scoppiata”.

JUNIOR LADIES

1) Maria Kondratenko: “Sono felice. Ero arrabbiata per come mi era andata la prova UpHill in tecnica classica e sono riuscita a trasformare la rabbia in energia positiva e vincere. Siamo rimaste in gruppo sino all’attacco della salita e poi sono riuscita a staccarle tutte”.

2) Ilenia Defrancesco: “Non credevo di arrivare così davanti, è sempre bello fare un buon risultato in casa, poi oggi lungo la strada c’era tanta gente che conoscevo a fare il tifo per me. È stata una bella emozione, questo risultato mi dà grande morale in vista dell’inverno. Le russe hanno attaccato dopo 1 km di salita, ho provato a stare attaccata a loro ma le ho lasciate sfogarsi, poi ho visto che cedevano, son passata davanti ma una è stata sulle mie ruote e alla fine mi ha battuto allo sprint”.

3) Tatiana Chvanova: “Non credevo di andare così bene oggi, la gara è stata molto dura per me ma alla fine sono riuscita a conquistare il bronzo”.

SENIOR MEN 

1) Eugeniy Dementiev: “Posso dirmi certamente soddisfatto, i miei allenamenti finiscono qui, vado a casa felice. Ho provato parecchie emozioni lungo questo tracciato”.

2) Robin Norum: “Oggi avevo come obiettivo vincere la Coppa del Mondo e ce l’ho fatta. Stavo molto bene, sin dalla partenza e poi lungo tutto il percorso avevo ottime sensazioni. Sono rimasto coperto sino all’ultima salita e poi quando Dementiev ha attaccato ho provato a stargli dietro e sono riuscito a conquistare questo secondo posto, sono molto soddisfatto”.

3) Federico Pellegrino: “È stato bello mettersi alla prova anche d’estate, non è stato un progetto a lungo termine e mi sono divertito sia alla Team Sprint che alla Long Distance. Adesso per me viene il bello. Mi resta un po’ di rammarico per la Team Sprint, speravamo di fare selezione ma si è giocato tutto all’ultimo giro, poi noi siamo abituati con gli skiroll lenti, mentre qui ai mondiali usano quelli veloci, con un movimento più simile a quello del pattinaggio. Nella Long Distance ho fatto attenzione e poi nella salita finale ho visto che le gambe rispondevano. È stato bello fare quest’esperienza ai Mondiali in Italia e in un contesto come quello della Val di Fiemme”.

JUNIOR MEN

1) Andrey Nischakov: “Non importa sia stato io a vincere, essere sul podio assieme ad altri miei due compagni russi è una cosa incredibile”.

2) Andrey Ustyukhov: “Abbiamo regalato una gioia immensa ai nostri genitori, a chi è venuto sin qui a seguirci, delle soddisfazioni incredibili”.

3) Evgeniy Kudryavtsev: “Tre russi sul podio! Una giornata memorabile!”

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*