Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

Skiroll: le interviste dopo la sprint di Coppa del Mondo di Trento

Elda Verones - Elisa Fulcheri - Maria Privezentseva - Valiantsina Kaminskaya Elda Verones - Elisa Fulcheri - Maria Privezentseva - Valiantsina Kaminskaya

Le interviste dei protagonisti della sprint di Coppa del Mondo di Trento dopo il traguardo.

EMANUELE BECCHIS (1° gara senior)
«È stata una bella gara, combattuta, contro un avversario forte come Berlanda. Sono anche stato un po’ fortunato, perché in semifinale il mio avversario è incappato in due false partenze, sono arrivato più fresco rispetto ad Alessio. Una bella vittoria in Italia in una location bellissima come la città di Trento. Per il momento vado meglio di Alessio in questa stagione, però non è ancora finita e soprattutto ci sono i Mondiali la prossima settimana. Il tracciato di gara molto bello, un bel percorso, veloce, come piace a me. Un ottimo posto per organizzare gare».

ALESSIO BERLANDA (2° gara senior)
«Non dico che sia andata male. Un secondo posto è sempre un secondo posto e sono più che soddisfatto. Si tratta del mio primo podio stagionale. Ho incontrato un inizio difficile in questa stagione, perché non sono riuscito ad esprimermi come volevo. Sapevo che Emanuele era il favorito, perché le ha vinte tutte in questo inizio stagione. Sarà il favorito anche in Val di Fiemme ai Mondiali, dove comunque cercherò di dargli filo da torcere fino all’ultimo».

EMANUELE SBABO (3° gara senior)
«Rispetto a giugno la mia forma è in netta crescita e siccome il mio obiettivo era arrivare al top della condizione in questa settimana calda, sono soddisfatto. Emanuele sta vincendo dall’inizio della stagione, tocca a me e Alessio cercare di rompergli le uova nel paniere. Ci riproveremo domenica prossima. In quanto a questa cornice, finalmente gareggiamo nel centro di una città, una cornice che aiuta la promozione dello skiroll».

DENIS KOZLOV (1° gara junior)
«Sono contento, ma sapevo di avere nelle corde questo successo, anche perché mi sono giovato di attrezzi veramente validi, con questi sotto i piedi si vola. Gli avversari erano temibili, ma domenica prossima al campionato del Mondo sarà più difficile, quindi questo lo considero un test importante in vista di questo appuntamento. Un ottimo test, ovviamente…».

FRANCESCO BECCHIS (2° gara junior)
«Non sono molto contento. Ho sbagliato la partenza, dove mi è mancato l’appoggio del bastone destro e sono scattato in ritardo. La mia forza solitamente sono proprio i primi metri, dove riesco a trovare il ritmo giusto e quindi la mia gara è stata compromessa. Il percorso è molto veloce, difficile tenere il passo».

MARIA PRIVEZENTSEVA (1ª gara senior)
«Sono molto stanca, ma felice, perché è stata dura fin dall’inizio. In finale ho trovato il passo giusto, grazie ad un’ottima partenza, e mi sono tenuta dietro la Kaminskaya. Una bella carica di fiducia».

LISA BOLZAN (2ª gara junior)
«Non sono molto soddisfatta. Questa è una gara veloce, perdi il passo o un bastone e sei tagliata fuori dal successo. Ed è accaduto proprio in finale. Ci speravamo di vincere, perché poteva essere un’iniezione di fiducia in vista dei Mondiali della prossima settimana. Questa è la terza volta che mi batte, per poco. Oggi ci speravo sul serio. Volevo vincere. Un ottimo percorso di gara che si addiceva alle mie caratteristiche».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*