Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

A lezione di storia sugli sci stretti, in arrivo la 2^ Marcialonga Story

Marcialonga Story Marcialonga Story

Il viaggio nella storia del fondo scivolerà da Lago a Predazzo sui binari della Marcialonga. Da Predazzo, Ziano e Panchià in arrivo anche i giovani alunni delle elementari. Cresce giorno dopo giorno il numero dei partecipanti. I primi pettorali alle tre guest stars Weiss, Felicetti e Nones. Sarà un lezione di storia e di sport fuori dal comune quella a cui assisteranno il prossimo 25 gennaio gli studenti delle classi terze, quarte e quinte provenienti dalle scuole elementari trentine di Predazzo, Ziano e Panchià.

Si perché la maestra d’eccellenza sarà la Marcialonga nella sua veste più… storica, ovvero la Marcialonga Story.

Come sempre ha abituato il proprio pubblico, Marcialonga non si esaurisce semplicemente con la gara maggiore – che già in quanto a spettacolo e divertimento non scherza – ma offre ad ogni nuova edizione un ricco calendario di eventi collaterali. Tra questi, l’ultimo appuntamento arrivato in casa della popular race di Fassa e Fiemme è proprio la Marcialonga Story, iniziativa che doveva essere una limited edition voluta per celebrare la gara del quarantennale nel gennaio 2013, ma che ben presto si è rivelata un autentico successo. Ecco allora che il bis nel 2014 è stato più che dovuto.

Marcialonga Story è un revival non competitivo, che scivola indietro negli anni per riportare in vita un modo di fare fondo che con il tempo è andato sempre più cambiando. Uno dei requisiti fondamentali per partecipare, infatti, riguarda l’attrezzatura, la quale dovrà risalire a prima del 1976. Fu questo l’anno di svolta che sancì per certi aspetti il passaggio al fondo moderno con la sostituzione dei vecchi attacchi da 75 mm con un formato più piccolo e all’avanguardia. Agli sci storici va poi abbinato un abbigliamento in pendant che sarà accuratamente controllato da un’apposita commissione. Al traguardo saranno premiati gli sci dall’età più veneranda e con loro i due atleti, un uomo ed una donna, che meglio avranno saputo entrare nello spirito della Story, abbinando e coordinando al meglio abbigliamento e attrezzatura.

Sul fronte tecnico il percorso della manifestazione si distenderà dall’arena iridata dello Stadio del Fondo di Lago di Tesero per 11 km complessivi, lungo i binari della pista Marcialonga fino nel cuore di Predazzo. E se di binari si parla, ovviamente, l’unica tecnica possibile anche per Marcialonga Story sarà il classico, come per la sorella maggiore che invece scatterà da Moena domenica 26 alle 8.00.

Per quanto riguarda invece i partecipanti la lista degli iscritti vede già diversi nomi di spicco, con un terzetto di tutto rispetto in cima all’elenco. I primi tre pettorali, infatti, sono stati assegnati nell’ordine ad Alfredo Weiss, storico presidente di Marcialonga per 21 anni, a Riccardo Felicetti, erede del noto pastificio che ha sede a Predazzo ed è partner di Marcialonga e infine a Franco Nones, il glorioso oro olimpico di Grenoble ’68. Con loro ci sarà anche il direttore generale di Marcialonga Gloria Trettel e tanti altri.

“Marcialonga è stata un’esperienza che mi è entrata nel cuore per oltre trent’anni – è il commento di Weiss – cedere il passo alla sua guida non è stato semplice, ma è stato giusto fare spazio a nuove leve. La mia partecipazione alla Story, quindi, vuole essere una manifestazione di affetto per tutta la Marcialonga ed i bellissimi ricordi che porto con me.”

I partecipanti, non più di 300, potranno ancora iscriversi al costo di 30 euro scaricando l’apposito modulo disponibile sul sito della manifestazione ed inviandolo debitamente compilato a info@marcialonga.it o al fax 0462.501120, insieme a copia del versamento della quota. Una volta iscritti potranno ritirare il proprio pettorale e far verificare l’attrezzatura già a partire da giovedì 23 gennaio dalle 16.00 alle 19.00 presso l’ufficio gare all’interno del Palafiemme di Cavalese. Il giorno successivo l’ufficio rimarrà aperto dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00, mentre sabato ci si sposterà per le ultime procedure da sbrigare allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, dalle 8.00 alle 9.30, dopo di che il tuffo nella storia potrà avere inizio.

Info: www.marcialonga.it

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*