Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

Sci di fondo: Fossli e Falla si aggiudicano la prima sprint di Coppa del Mondo

Federazione Italiana Sport Invernali

Federico Pellegrino Federico Pellegrino

A un anno esatto di distanza dal terzo posto conquistato nella sprint di Ruka che rappresentava finora l’unico podio in Coppa del mondo, Sondre Turvoll torna sulla pista finlandese e coglie addirittura il primo successo in carriera battendo nella finalissima a sei i connazionali Eirik Brandsdal e Petter Northug nell’ennesimo festival norvegese. Si è chiuso in questo modo l’appuntamento d’apertura del “Ruka Triple” che proseguirà sabato 28 novembre con la 10 km TL e domenica 29 novembre con la 15 km TC a inseguimento, intanto la prima giornata ha regalato indicazioni positive alla squadra italiana. Federico Pellegrino è stato eliminato in semifinale ma col settimo posto conclusivo ha eguagliato il piazzamento dell’anno scorso su questa pista e soprattutto lascia intravedere ampi margini di miglioramento per il proseguo della stagione. L’impressionante accelerazione messa in atto nei quarti di finale sulla salitella che prevedeva la zona del traguardo ha lasciato il segno nelle gambe degli avversari, e anche in semifinale ha retto il confronto al cospetto di un Northug indiavolato, prima di cedere qualche metro in vista del traguardo. Bene anche Francesco De Fabiani, per la prima volta in carriera nei trenta in una gara veloce, mentre il trio composto da Maicol Rastelli, Dietmar Noeckler e Roland Clara è rimasto escluso nelle qualificazioni ma avrà modo di farsi notare nelle prossime giornate di competizione.

In campo femminile la Norvegia orfana di Marit Bjoergen ha piazzato comunque tre proprie rappresentanti ai primi quattro posti. Sul gradino più alto del podio è salita Maiken Caspersen Falla, seguita dalla svedese Stina Nilsson e dalle connazionali Ragnhild Haga e Ingvild Flugstad Oestberg. Ottima quindicesima Lucia Scardoni. La veronese, al via grazie alla vittoria in classifica generale ottenuta l’anno passato in Alpen Cup, ha superato brillantemente le qualificazioni e si è difesa con onore nei quarti di finale. Il quindicesimo posto rappresenta il suo primo piazzamento a punti in coppa. Fuoi invece al mattino Ilaria Debertolis e Virginia De Martin. Il programma femminile prosegue sabato 28 novembre con una 5 km TL e domenica 29 novembre con una 10 km TC a inseguimento.

Ordine d’arrivo Sprint TC maschile Ruka (Fin):
1 FOSSLI Sondre Turvoll      1993      NOR
2 BRANDSDAL Eirik      1986      NOR
3 NORTHUG Petter Jr.      1986      NOR
4 NEWELL Andrew      1983      USA
5 PETERSON Teodor      1988      SWE
6 JOENSSON Emil      1985      SWE
 7 PELLEGRINO Federico      1990      ITA
8 KROGH Finn Haagen      1990      NOR
9 PETUKHOV Alexey      1983      RUS
10 KRIUKOV Nikita      1985      RUS
11 STRANDVALL Matias      1985      FIN
12 HEDIGER Jovian      1990      SUI
13 GOLBERG Paal      1990      NOR
14 SUNDBY Martin Johnsrud      1984      NOR
15 GROS Baptiste      1990      FRA
16 PAAKKONEN Lasse      1986      FIN
17 HAKOLA Ristomatti      1991      FIN
18 GLOEERSEN Anders      1986      NOR
19 BESSMERTNYKH Alexander      1986      RUS
20 EISENLAUER Sebastian      1990      GER
21 USTIUGOV Sergey      1992      RUS
22 VALJAS Len      1988      CAN
23 DYRHAUG Niklas      1987      NOR
24 LUUSUA Ari      1988      FIN
25 POLTORANIN Alexey      1987      KAZ
26 PENTSINEN Anssi      1986      FIN
27 KETELAE Toni      1988      FIN
28 SUN Qinghai      1988      CHN
29 VUORINEN Lauri      1995      FIN
 30 DE FABIANI Francesco      1993      ITA 
44 RASTELLI Maicol      1991      ITA 
86 NOECKLER Dietmar      1988      ITA 
101 CLARA Roland      1982      ITA

Ordine d’arrivo Sprint TC femminile Ruka (Fin):
1 FALLA Maiken Caspersen      1990      NOR
2 NILSSON Stina      1993      SWE
3 HAGA Ragnhild      1991      NOR
4 OESTBERG Ingvild Flugstad      1990      NOR
5 INGEMARSDOTTER Ida      1985      SWE
6 WENG Heidi      1991      NOR
7 SARGENT Ida      1988      USA
8 HARSEM Kathrine Rolsted      1989      NOR
9 SETTLIN Evelina      1992      SWE
10 HERRMANN Denise      1988      GER
11 PARMAKOSKI Krista      1990      FIN
12 BJORNSEN Sadie      1989      USA
13 KALLA Charlotte      1987      SWE
14 VAN DER GRAAFF Laurien      1987      SUI
 15 SCARDONI Lucia      1991      ITA
16 SOEMSKAR Linn      1989      SWE
17 JACOBSEN Astrid Uhrenholdt      1987      NOR
18 JOHAUG Therese      1988      NOR
19 SHAPOVALOVA Evgenia      1986      RUS
20 KOLB Hanna      1991      GER
21 LYLYNPERA Katri      1994      FIN
22 KYLLOENEN Anne      1987      FIN
23 CALDWELL Sophie      1990      USA
24 GROHOVA Karolina      1990      CZE
25 DIGGINS Jessica      1991      USA
26 KOVALEVA Polina      1993      RUS
27 BELORUKOVA Yulia      1995      RUS
28 FALK Hanna      1989      SWE
29 KOWALCZYK Justyna      1983      POL
30 NISKANEN Kerttu      1988      FIN
51 DEBERTOLIS Ilaria      1989      ITA           
52 DE MARTIN TOPRANIN Virginia      1987      ITA  

Le dichiarazioni di alcuni degli azzurri al termine della sprint a tecnica classica di Ruka che ha aperto la Coppa del mondo 2015/16. Federico Pellegrino è abbastanza soddisfatto del suo settimo posto: “Ho perso un po’ il passo in semifinale – racconta il poliziotto valdostano -, ma penso che questo risultato vada bene perchè le sensazioni nelle qualificazioni erano tutt’altro che buone. Però l’importante era entrare nei trenta e l’ho fatto. Sapevo che in batteria le cose sarebbero cambiate e in parte è successo. Volevo capire quali fossero le mie condizioni e da quel che ho visto mi sono accorto di andare forte almeno quanto l’anno passato, per cui i risultati nei prossimi mesi non dovrebbero mancare”.

Francesco De Fabiani: “Sono molto soddifatto perchè è la prima volta che mi sono qualificato per le batterie, finora c’ero andato soltanto vicino. Il ventesimo posto in qualifica è buono perchè lo scorso anno su questa pista mi piazzai sessantaseiesimo, purtroppo nei quarti ho puntato uno sci e mi è andata già bene che non sono caduto in avanti, però ho perduto velocità e di conseguenza la scia rispetto a chi stava davanti. In salita stavo bene, in spinta c’è ancora tanto da lavorare. Il mo obiettivo rimane la 15 km di domenica in tecnica classica”.

Lucia Scardoni: “E’ la prima volta che finisco così avanti, sono soddisfatta. Mi sentivo bene, non facevo tanta fatica in salita, tanto che nei quarti ho provato a scattare, poi ho fatto un po’ di zoccolo e mi sono impiantata. cercherò di difendermi anche nei prossimi giorni”.

Le classifiche:

Qualifiche uomini
Finale uomini

Qualifiche donne
Finale donne

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*