Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

Asiva: il comitato valdostano ritorna ad allenarsi a Igea Marina

“E’ stato un bel modo di unire l’allenamento al divertimento. Davvero bene, un raduno efficace”.

Il coro è unanime da parte degli atleti del comitato A.S.I.V.A. (valdostano) di sci di fondo, le giovani promesse del nordico che sono, ormai, alle porte della nazionale italiana. Il team azzurro non si spalancherà per tutti loro, ovvio, ma per diversi sì, come dimostrato nell’ultimo decennio. E’, quindi, andato in archivio con soddisfazione il camp svoltosi a Igea Marina, con il team ospitato all’hotel San Salvador.

Per il giovane, e talentuoso, Alessandro Longo “la sistemazione in loco è stata davvero ottima. L’allenamento sulla spiaggia poi, a contatto con la sabbia, si è dimostrato molto originale. Si fatica di più, in riva al mare, rispetto al solito, e si è rivelato ottimo per la mobilità delle caviglie. In realtà, era come essere sulle nostre Alpi e allenarsi su dei terreni sconnessi. Che cosa manca a Bellaria Igea Marina? Occorre potenziare la possibilità di far ski roll, perché non mi ha lasciato entusiasta il fondo stradale che ci ha portato a Carpegna”.

I tecnici Brocard e Fragno hanno, ancora una volta, avuto parole di apprezzamento per il centro tennis di Igea ‘Venustas’ e per la possibilità di allenarsi bene negli spazi all’aria aperta, come il ‘Parco del Gelso.

In campo femminile, invece, una delle atlete di punta è Estelle Charruaz che spiega: “Bene il raduno. Qua a Bellaria abbiamo vissuto degli allenamenti non faticosi come i soliti ai quali siamo abituati. Il lavoro in spiaggia è stato positivo; anche la parte di ‘carico’ svolta nel mar Adriatico si è riconfermata davvero positiva e utile. La città di Bellaria Igea Marina? Non male, nei ritagli di tempo siamo riusciti a visitarla. Per quanto concerne gli allenamenti con gli ski roll a Carpegna, è un peccato che l’asfalto, oggettivamente, sia un po’ bruttino in alcuni tratti; però, il paesaggio naturalistico e storico, passando per Santarcangelo di Romagna, Villa Verucchio e San Leo è davvero bello e affascinante”.

Roberto Giovannini, il procuratore sportivo che ha curato il camp chiosa: “C’è stato molto interesse per il lavoro svolto in spiaggia, non solo da parte dei mass media, pure degli operatori turistici e delle località. La fiera della neve ‘Skipass’ di fine ottobre sarà l’occasione giusta per programmare l’attività futura. Ho già avuto una richiesta dall’Austria che interessa un’altra disciplina invernale per organizzare un raduno al mare in Italia con l’impegno a far svolgere tutta la fase di preparazione atletica sulla spiaggia. Ora al lavoro per individuare aree e operatori pronti a una simile operazione”.

Video

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*