Per contattare la redazione di Italiaskiroll scrivi a: italiaskiroll@rocketmail.com

Sci di fondo: a Kuusamo si comincia con una sprint in tecnica classica

Federazione Italiana Sport Invernali

Sono sei gli azzurri che prenderanno parte sabato 29 novembre alla sprint in tecnica classica che apre la Coppa del mondo di fondo sulla pista di Kuusamo (qualificazioni a partire dalle ore 10.45 italiane, eliminazione diretta alle 12.00). In campo maschile saranno presenti Federico Pellegrino, Maicol Rastelli, Dietmar Noeckler e Francesco Defabiani, fra le donne tocca a Gaia Vuerich e Greta Laurent.

“L’obiettivo principale è quello di qualificare nei trenta il maggior numero possibile di atleti – fa sapere l’allenatore respopnsabile Giuseppe Chenetti -, siamo all’esordio e ogni atleta ha una voglia matta di togliersi la ruggine dagli sci. Molte nazioni sono fortissime in questa specialità, noi cercheremo di fare del nostro meglio anche se sappiamo che la strada è molto lunga”.

Maicol Rastelli, salito alla ribalta della cronaca nella scorsa stagione per lo storico terzo posto di Drammen proprio in tecnica classica, riparte dalla

Finlandia in cerca di conferme. “Replicare quel risultato non sarebbe male – commenta sorridente il ventitreenne valtellinese -. La  pista di piace, si

adatta bene alle mie caratteristiche. Le condizioni di neve sono buone e non fa nemmeno troppo freddo. Anche i test che abbiamo svolto con gli sci nei giorni

scorsi ci hanno soddisfatto, qui bisogna soltanto far andare le gambe…Per quanto mi riguarda, vorrei confermare i risultati della seconda parte della

scorsa stagione, l’obiettivo primario è qualificarsi per i Mondiali di Falun dove la sprint avrà questo format di gare, però parteciperò anche alle gare

sulla distanza è il migliore allenamento per andare bene nella mia specialità”.

Gaia Vuerich è attesa ad un salto di qualità. “Sabato sarà dura perchè si tratta delle prime gare e le altre nazioni hanno corso a quote basse – afferma la trentina -. Non sappiamo bene come sarà il mio stato di forma. Durante la preparazione mi sono sempre allenata bene, fortunatamente ho rispettato il programma stilato dagli allenatori. Al momento non mi sento tanto in forma, anche se rispetto a due settimane fa le cose vanno meglio. La preparazione è stata studiata per i Mondiali, io per caratteristiche in questo periodo fatico un po’, riesco a dare il meglio da gennaio in poi. Queste gare mi serviranno soprattutto a creare la base per il periodo che verrà”.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*